Emanuele Leonardi è assegnista di ricerca presso il Centro de Estudos Sociais dell’Universotà di Coimbra (Portogallo). Dopo aver ottenuto il dottorato in filosofia politica presso la Western University a London-Ontario (Canada) con una tesi sui movimenti globali per la giustizia climatica (2012), si è occupato di disoccupazione nella provincia di Bergamo (2013-2014). Al momento i suoi interessi di ricerca riguardano l’ecologia politica, l’ambientalismo operaio in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta del XX secolo, e i meccanismi alla base dei mercati di emissione di anidride carbonica.  Tra le sue recenti pubblicazioni: Logiche dello sfruttamento (con F. Chicchi e S. Lucarelli), Ombre corte (2016), e Carbon Trading Dogma, in Ephemera – Theory and Politics in Organizations 17(1): 61-87 (2017). Collabora con la rivista “Materiali Foucaultiani” e con il network europeo di ecologia politica Entitle; è membro della Società dei Territorialisti. Tra le sue recenti pubblicazioni: Foucault in the Susa Valley: The No TAV Movement and Struggles for Subjectification, “Capitalism Nature Society” (24, 2013); La natura dogmatica dei mercati-carbonio, “Culture della sostenibilità” (13, 2014). Per Orthotes ha curato (con Stefano Lucarelli) il volume L’Europa dei territori. Etica economica e sviluppo sociale nella crisi (2014) e ha tradotto, introdotto e curato l’opera di André Gorz, Ecologia e libertà (2015).